Contenuti duplicati cosa sono e come evitarli

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone


Affrontando il tema dell’ottimizzazione Seo e dell’importanza dell’article marketing, abbiamo accennato ai contenuti duplicati, analizziamo nel dettaglio cosa sono, quali penalizzazioni comportano e come si possono evitare.

Contenuti DuplicatiOgni giorno la rete produce milioni di pagine web, con miliardi di parole che formano i contenuti. Ricercando un argomento può capitare di trovare più fonti che rispondono e soddisfano la medesima keyword di ricerca, si pensi ad esempio ad una news, ad un argomento specifico. I contenuti duplicati sono stati sfruttati per molto tempo per riempire blog e siti web di contenuti con il solo l’obiettivo di risultare sempre aggiornati e per aumentare il numero di pagine e di argomenti trattati.

Con l’avvento di Google Panda e in seguito di Google Penguin i contenuti copiati sono stati letteralmente distrutti, ecco alcune specifiche informazioni fornite da Google in merito.

Cosa sono i contenuti duplicati

Per contenuto duplicato si intende una parte di testo o blocchi importanti di testo identici tra loro che si trovano su un dominio o su domini diversi.

Le specifiche di Google fornite ai webmaster fanno preciso riferimento a tutte le pratiche in cui si copia un contenuto per manipolare il posizionamento sui motori di ricerca per cercare di raggiungere traffico maggiore.
Esistono poi delle situazioni in cui parti di contenuto duplicato non sono considerate dannose, ad esempio i forum di discussione che possono generare in automatico pagine con thread completi e parti abbreviate, pagine web e versioni stampabili di un contenuto, archivi collegati a url diversi.

In che modo i contenuti duplicati influenzano il posizionamento del sito

L’obiettivo dei motori di ricerca, soprattutto Google,  è quello di fornire all’utente che ricerca informazioni la migliore risposta possibile attraverso le migliori risorse disponibili.

Quando Google legge contenuti identici i siti che li ospitano possono subire azioni negative, come la penalizzazione, ossia un calo nelle posizioni in cui vengono proposti o una totale rimozione dall’indice del motore di ricerca. Per evitare il problema dei contenuti duplicati si possono eseguire alcune operazioni.

  • Utilizzare il reindirizzamento 301, si tratta di uno script molto semplice che comunica al Googlebot del motore di ricerca di non leggere quella pagina che contiene le stesse informazioni di un altro url.
  • Utilizzare link coerenti e domini di primo livello, quando si cercano di linkare più pagine, pensiamo ad esempio ad un menù di categorie, può capitare di avere in tutte le pagine del sito medesimi link, la lettura di link identici può essere considerato contenuto duplicato.
    Identico ragionamento avviene per i domini di secondo livello, ad esempio per i siti in multilingua. Google preferisce una estensione relativa alla lingua in cui si propongono i contenuti, ad esempio .it, .de .fr ecc.
  • Diffusione dei contenuti su altri siti, sopratutto per i blog quando si pubblica un contenuto su un altro sito, riportando il testo completamente uguale, è buona norma inserire un link che rimanda all’articolo originale.
    Chi utilizza la pubblicazione di contenuti identici su più siti deve inoltre utilizzare il metatag noindex che impedisce ai motori di ricerca di indicizzare tali contenuti.
  • Utilizzare le linee guida di Strumenti Webmaster per tutte le operazioni che riguardano la segnalazione del proprio sito al motore di ricerca, Google consiglia sempre di interfacciarsi con i suoi strumenti attraverso il Webmaster tools che rappresenta gli standard utilizzati per richiedere le modalità con cui il sito viene indicizzato.
  • Usare l’attributo rel=”canonical” La pagina canonica è la versione originale di un contenuto all’interno di un sito web.
    Aggiungi questa informazione extra alla sezione <head>
    <link rel=”canonical” href=”http://www.sitotuo.com/pagine/articolooriginale.html”>

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Emidio Carlomagno

About Emidio Carlomagno

Content Writer e Social Content Curation. Specializzato nello sviluppare traffico di qualità