Parole chiave: quali e come sceglierle

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone


La prima parte di lavoro, sicuramente la più importante quando si vuole iniziare un lavoro di content curation per ottimizzare il posizionamento del proprio sito su motori di ricerca è la scelta delle parole chiave.
scegliere-parole-chiave
Studiare le keyword è importante per organizzare i contenuti, in questa rapida guida analizziamo i suggerimenti di Google per creare un elenco di parole chiave e quali tools possono migliorare il risultato del nostro lavoro.

La parole chiave e il posizionamento

La scelta delle parole chiave è molto importante in quanto influisce sui motori di ricerca. Migliore sarà la corrispondenza tra quanto ricercato dagli utenti e quanto presentato sul nostro sito, migliore sarà la posizione. Quando si parla di parole chiave e di ottimizzazione delle keyword si parla di SEO, per scegliere parole chiave in maniera corretta analizziamo in questa breve guida i seguenti aspetti:

  • le chiavi di ricerca a coda lunga
  • I suggerimenti di Google
  • gli strumenti e i tools a pagamento per la ricerca di parole chiave

Si parla di chiavi di ricerca a coda lunga quando si aggiungono ad una parola chiave singola altre parole inerenti per risultare corrispondenti il più possibile a quanto ricercato dagli utenti. Se ad esempio vogliamo posizionarci per una parola come “scarpe” le chiavi a coda lunga possono essere parole che migliorano la ricerca dell’utente, ad esempio “scarpe sportive”, “scarpe da uomo”, “scarpe sportive da uomo” ecc.

Il posizionamento per le chiavi di ricerca a coda lunga risulta migliore per alcune tipologie di attività. Inoltre, scegliendo keyword che possono realmente corrispondere alle reali ricerche degli utenti si può aumentare notevolmente la conversione, riducendo, per le keyword con minore concorrenza anche il costo per eventuali campagne di tipo pay per click ecc.

I suggerimenti di Google, (Google Suggest) affrontiamo un argomento “sotto gli occhi di tutti” ogni volta che effettuiamo una ricerca sul motore più famoso del mondo.
Google-suggest
Quando ricerchiamo qualcosa su Google, la ricerca ci suggerisce degli argomenti aggiungendo altre parole. Riproponendo la chiave di ricerca usata in precedenza, ad esempio “scarpe sportive”, prima di inviare la ricerca, Google ci segnala dei suggerimenti, come ad esempio il nome di un marchio famoso, di un modello. Questi suggerimenti possono essere sfruttati quando vogliamo posizionarci per alcune keyword. Il fatto che Google suggerisca un termine di ricerca è il segnale che quella chiave di ricerca è realmente ricercata dagli utenti. Sulla stessa linea possiamo utilizzare gli strumenti per la ricerca delle parole chiave di Google, come ad esempio gli strumenti di Google Adwords (http://www.google.it/intl/it/adwords/).

Gli strumenti avanzati per gli inserzionisti infatti, consentono di trovare le parole chiave e i dati sui volumi di ricerca. E’ sufficiente avere un account di inserzionista Google Adwords e verificare quali parole chiave sono le più ricercate e il volume di ricerca ad esse collegato.

Concludiamo questa guida alla scelta delle parole chiave segnalando brevi cenni sugli strumenti a pagamento, i tools per la ricerca della parole chiave.
Si tratta di tool utilizzati dai professionisti e dalla agency che vengono spesso utilizzati per monitorare il posizionamento nei motori di ricerca di un concorrente.

Uno dei più professionali è SemRush, (http://it.semrush.com/it/?db=it) un tool online che si può provare con un abbonamento di circa 70 dollari al mese.
La versione di prova, gratuita sul sito, consente di controllare le parole chiave per cui è posizionato un url, ad esempio il sito di un concorrente, oppure di verificare per quali parole e a quale prezzo sono in corso campagne a pagamento per posizionarsi sui motori di ricerca. Si tratta di strumenti professionali che si possono utilizzare per migliorare il posizionamento di un sito come ad esempio un ecommerce, un sito aziendale o una landing page.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someone
Emidio Carlomagno

About Emidio Carlomagno

Content Writer e Social Content Curation. Specializzato nello sviluppare traffico di qualità