Come aumentare il CTR dei risultati nelle SERP

Il CTR Click Throug Rate dei risultati nelle serp è un valore molto importante in quanto indica la conversione in click di ogni impression. Questo valore viene osservato con molta attenzione dagli esperti di web marketing, sopratutto quando si pianifica una campagna pubblicitaria.
click-day
Se vogliamo portare traffico al nostro sito web i click sono un obiettivo molto importante da raggiungere, in questa guida andiamo ad analizzare alcuni aspetti che possono aumentare il CTR del nostro sito sui motori di ricerca e quindi portare più visitatori sulle nostre pagine.

La percentuale di click ricevuti varia naturalmente in base alla posizione nei risultati di ricerca. E’ evidente che un buon posizionamento nelle prime posizioni dei motori di ricerca consente di raggiungere una percentuale maggiore di click. Diversi studi di esperti seo hanno evidenziato come tra la prima e la quinta posizione nei risultati ci sia una differenza di CTR di almeno il 20%, vale a dire che solo un utente su 5 clicca i risultati che non compaiono nei primissimi posti. Tra gli elementi che migliorano il CTR segnaliamo sicuramente i seguenti:

  • Il title 
  • Il meta description
  • Microdati e Authorship

Il title 

Rappresenta sicuramente la parte più importante del risultato della ricerca. Abbiamo già parlato dell’importanza della corrispondenza tra il titolo e le chiavi di ricerca., quando vogliamo raggiungere un buon posizionamento e un elevato CTR per una keyword di interesse, dobbiamo rispettare una coerenza tra il titolo e il contenuto della pagina. Dobbiamo infatti sempre ricordare di scrivere per l’utente e non per il motore di ricerca, quindi no ai contenuti troppo ricchi di parole chiave. Il title inoltre non deve essere troppo lungo, massio 10 parole o 60 caratteri.

Il meta description

Ricordiamo sempre di ritornare utilizzatori dei motori di ricerca, spogliandoci delle nostre conoscenza seo. Oltre al title, la seconda cosa che colpisce un utente quando effettua una ricerca è la meta tag description, stiamo parlando delle due righe che completano il risultato. E’ molto importante ottimizzare le prime due righe del testo per arricchire e confermare il messaggio lanciato immediatamente dal tag title. La descrizione deve illustrare subito all’utente cosa troverà cliccando il risultato. Un ottima descrizione non supera i 150 caratteri e si può inserire, senza esagerare, la parola chiave in grassetto per sfruttare l’indicazione della keyword di ricerca.

Microdati e Authorship

Diamo infine un cenno all’importanza dei microdati e del Google Authorship per aumentare il CTR dei risultati nelle SERP. Con i microdati infatti si possono aggiungere delle informazioni che il motore di ricerca legge. Si tratta di piccoli elementi dal notevole impatto visivo, ad esempio una descrizione che riporta delle valutazioni, una data, un profilo di Google Plus. Proprio per quanto riguarda l’integrazione i +1 di Google, l’inserimento del Authorship è uno degli elementi che influenza il posizionamento e di conseguenza il CTR. La comparsa della faccina dell’autore infatti, influenza positivamente il clic.

Emidio Carlomagno

About Emidio Carlomagno

Content Writer e Social Content Curation. Specializzato nello sviluppare traffico di qualità